Sopra i tetti di Firenze

IL DIARIO DI CECILIA PEZZA

domenica

27

aprile 2014

Parliamo di cultura

Categoria Pezza Idea

muraok

Prendo spunto da una bella chiacchierata fatta qualche giorno fa con alcuni operatori delle Murate per lanciare una piccola idea sulla cultura. Proprio partendo da lì, dal nostro vecchio carcere trasformato in un luogo bellissimo per la città.
Infatti Le Murate sono un crocevia di attività culturali e attività commerciali che producono comunque cultura. C’è bisogno però sempre di più di un progetto complessivo per dare un senso forte a questo spazio.
E girando tra le piccole vie su cui si affacciano le case popolari e tra le due grandi piazze, che un tempo erano a servizio del carcere per servizi come l’ora d’aria, mi è venuto in mente che dovremmo creare proprio lì il primo esperimento di Centro Culturale Naturale.
Insomma, l’esperienza dei Centri Commerciali Naturali è sicuramente un fiore all’occhiello della valorizzazione delle attività di vicinato, che creano una rete sociale vera per gli abitanti di alcune zone cittadine. Perché non ripetere una cosa simile anche per alcune realtà culturali? Un modo per mettere in rete ciò che c’è e che qualifica un posto. Un modo per coordinare le attività dei suoi vari attori, per creare una maggiore sinergia e promozione degli eventi, magari con qualche agevolazione.
Perché alle Murate ci sono davvero tante persone che investono sulla cultura fiorentina, dal Caffè Letterario alla galleria d’arte passando per la mitica Libreria Nardini e lo Sportello Eco Equo, del Comune, che lavora sui nuovi stili di vita. Da pochi mesi inoltre anche Europe Direct è un nuovo inquilino dei fondi della vecchia prigione. Tante sono le iniziative che vengono proposte qui: la Notte Blu che si svolgerà dall’8 al 10 maggio, il Codice a Sbarre: una inedita fiera del libro che ha avuto molto successo la scorsa estate…
Mi pare si tratti proprio di un centro che fa cultura, che potrebbe essere da esempio e da spunto per tante altre realtà cittadine.
Per questo vorrei proporre alla prossima Giunta di istituire alle Murate il primo Centro Culturale Naturale.
Chissà, magari potrebbe essere “copiato” da altre parti!

 

Parliamone