Sopra i tetti di Firenze

IL DIARIO DI CECILIA PEZZA

Comunicati

lunedì

30

marzo 2015

Bilancio, Pezza (PD): “Un nuovo modo di costruire un rapporto tra pubblico e privato”

Categoria Comunicati

“Oggi il Sindaco ha affrontato la questione di una nuova modalità di erogare e gestire i servizi per la comunità, fatto di un rapporto sano tra pubblico e privato.

Vorrei innanzitutto dire – spiega la consigliera PD Cecilia Pezza – che a Firenze possiamo sperimentare in questa direzione perchè qui abbiamo un sistema socio-economico in salute, nel quale è possibile lavorare insieme per garantire la qualità e l’efficienza dei servizi ai cittadini, ed è da questo dato che dobbiamo partire per costruire la società del futuro, quella di un nuovo secolo che esce dalla crisi molto diverso da prima. Proprio in questo senso, se una cosa mi dispiace, è l’aver diminuito i fondi per la marginalità, perchè la nostra è la città in cui è sempre stata data massima attenzione e priorità agli ultimi, nel tentativo di non farli più essere tali. E sempre in questo senso credo invece che sia importante la costruzione di un nuovo modo di lavorare nelle scuole dell’infanzia, partendo da un dato: nessuno qui vuole privatizzare nè dequalificare la nostra scuola, anzi.

Credo sia invece offensivo affermare che la parte della giornata data in appalto sia meno qualificata, perchè stiamo parlando di persone laureate e preparate a stare con i nostri bambini esattamente come le maestre che sono dipendenti comunali. Se si vuole fare una battaglia davvero di sinistra, cosa che spesso è stata evocata durante il dibattito, spero si possa fare sulla differenza salariale tra queste figure, e non su parole d’ordine antiche che non tengono conto di una realtà che è cambiata e alla quale dobbiamo dare risposte nuove nel rispetto dei nostri valori. Sarà comunque compito del Comune, e lo ribadiamo anche in un ordine del giorno del Partito Democratico, quello di garantire la qualità del servizio e la continuità lavorativa anche attraverso clausole di salvaguardia occupazionale. Nessun smantellamento della nostra scuola dell’infanzia, insomma – conclude la consigliera Cecilia Pezza: nessun bambino resterà a casa e nessuno dovrà pagare per una cosa che a Firenze è sempre stata gratuita. Lavoreremo semplicemente insieme alle realtà private per migliorare le cose, continuando a mantenere un protagonismo forte e predominante da parte del pubblico”

lunedì

30

marzo 2015

Pezza, Pd: “Soddisfazione per l’accordo raggiunto tra i lavoratori e il ministero in merito ai servizi dei musei statali di Firenze”

Categoria Comunicati

“E’ di questi minuti la notizia del raggiungimento di un accordo tra il ministro Franceschini ed i sindacati in merito alla clausola sociale nel nuovo bando di gara per il servizio dei musei statali di Firenze. Fa piacere sapere – aggiunge la Presidente della Commissione Istruzione, Formazione e lavoro Cecilia Pezza – che lo sciopero indetto per i giorni di Pasqua verrà ritirato e che i trecento lavoratori coinvolti avranno garanzie sul loro futuro occupazionale.

Questo è un passo avanti anche per quanto riguarda più in generale la discussione sulla possibilità di introdurre sistemi di tutela del lavoro nei bandi di gara, cosa di cui il Consiglio Comunale di Firenze si sta occupando da mesi e che ha portato poche settimane fa all’approvazione di una risoluzione che andava in tal senso. La strada imboccata è quella giusta, per questo – conclude la consigliera Cecilia Pezza – mi sento di ringraziare il ministero per aver preso atto della criticità della situazione ed i sindacati per l’impegno che hanno messo nel trovare un accordo”

martedì

10

marzo 2015

Clausola sociale negli appalti pubblici, approvata risoluzione proposta dal PD

Categoria Comunicati

Questo l’intervento dei consiglieri PD Cecilia Pezza, presidente della commissione lavoro e scuola, Niccolò Falomi, Luca Milani, Benedetta Albanese e Cosimo Guccione in merito alla risoluzione approvata oggi dal Consiglio Comunale sul tema della clausola sociale negli appalti pubblici.

“Si tratta di un atto concreto che va nella giusta direzione. Volevamo dare un segnale politico forte diretto alla tutela dei lavoratori deboli che ad ogni cambio di appalto non hanno certezza di ricollocarsi. Si tratta di un passo in avanti che riguarda quegli appalti in cui vi è la prevalenza di manodopera dove l’appaltatore sostanzialmente fornisce la mano d’opera necessaria. Questo è stato il risultato di un lavoro approfondito fatto sia in commissione che nel gruppo del Pd.
L’adozione di una legge regionale che imponga l’uso della clausola sociale nei cambi di appalto non risolverà certamente tutti i problemi del settore, ma sarà un grimaldello fondamentale nella tutela di questi lavoratori. Auspichiamo che la Regione Toscana possa al più presto adottare il provvedimento che oggi richiediamo, che appare ancor più giusto visto le recenti dichiarazioni pubbliche del ministro Dario Franceschini che ha assicurato che nel prossimo bando dei Musei Statali sarà inserita la clausola sociale”.

sabato

28

febbraio 2015

Su Mukki, Pezza e Paolieri (Pd)

Categoria Comunicati

Nei prossimi giorni in Commissione Lavoro saranno convocati rappresentanti sindacali dell’azienda

Insieme al Consiglio e alla giunta comunale seguiremo passo passo le varie fasi che si appresta ad affrontare Mukki”, affermano la vicecapogruppo del Pd Francesca Paolieri e la presidente della commissione Lavoro Cecilia Pezza, dopo un incontro avvenuto oggi con alcuni lavoratori della Mukki.

“Siamo infatti consapevoli del valore aggiunto che la nostra centrale del latte porta al territorio e non solo, e l’obiettivo è quello di mantenere i livelli occupazionali e la qualità dell’azienda. Il PD è a fianco dei lavoratori e lo sarà nel percorso che l’azienda dovrà affrontare nei prossimi mesi, per mantenere e rilanciare l’indotto che Mukki crea in tutta l’area metropolitana”.
Proprio per monitorare tutti i passaggi, la presidente della commissione consiliare Lavoro ha già concordato con l’assessore Perra che nei prossimi giorni convocherà i rappresentanti sindacali dell’azienda.

lunedì

2

febbraio 2015

Esaote, comunicato dei consiglieri Pd della Commissione Lavoro

Categoria Comunicati

Oggi in Consiglio comunale l’assessore Gianassi ha fatto una comunicazione sulla vertenza Esaote, alla presenza dei sindacati e dei lavoratori dell’azienda. Il Consiglio ha approvato un ordine del giorno su cui si ritengono soddisfatti i consiglieri comunali PD della Commissione Lavoro: “Resta alto il livello di allerta: il comportamento della regione Liguria non ci è sembrato corretto e crediamo sia necessario che il Ministero riattivi un tavolo per gestire complessivamente la vertenza. Per quanto ci riguarda, Firenze non vuole rinunciare al comparto sviluppo e ricerca, che rappresenta una valore aggiunto per il nostro territorio. E non solo: crediamo sia necessario che ripartano gli investimenti generali per potenziare la progettazione e la produzione delle sonde. Esaote infatti rappresenta un’eccellenza del nostro territorio. Non vogliamo perderla, e tantomeno vogliamo rinunciare ai tanti posti di lavoro che produce. Nello stabilimento fiorentino infatti lavorano oggi più di 200 persone”. (s.spa.)

lunedì

2

febbraio 2015

Piazza Brunelleschi, degrado e progetti futuri

Categoria Comunicati

“Piazza Bruelleschi per Firenze è l’Università per definizione, un luogo simbolo del sapere e della crescita intellettuale di tutta la città e soprattutto dei giovani. Proprio per questa sua particolarità dobbiamo ‘aggredire’ il problema del degrado e della sicurezza e dobbiamo sostenere l’intenzione della facoltà di creare maggiore forme di controllo. Ma non basta. Ci sono tanti progetti che riguardano il futuro di quella zona: per farla tornare a vivere il nostro compito è quello di investire in socialità e partecipazione. Solo coinvolgendo tutti gli attori presenti in piazza (università, studenti, residenti, commercianti e, mi sento di sottolineare, proprietari dei fondi sfitti che creano parte del problema di abbandono e degrado) riusciremo a ottenere veri risultati all’insegna del diritto di tutti alla tranquillità ed all’integrazione”. (s.spa.)

lunedì

12

gennaio 2015

Sul nuovo stadio alla Mercafir

Categoria Comunicati

“Firenze non può fare a meno del suo mercato, dove oggi lavorano centinaia di persone e che ogni giorno offre un servizio fondamentale alla città”

“Siamo davanti a una discussione ben diversa da quella che aprimmo nel 2012 con la variante al piano regolatore. Di questa situazione – spiega la consigliera PD Cecilia Pezza – bisogna prendere atto guardandone le potenzialità positive di sviluppo, senza dimenticare di garantire alcuni servizi vitali per la città.

Tra tutti quello del nuovo mercato generale: se è vero infatti che Firenze ha bisogno di un nuovo stadio, è altrettanto e forse ancora più vero che non può fare a meno del suo mercato, dove oggi lavorano centinaia di persone e che ogni giorno offre un servizio fondamentale alla città.

Bene perciò che il Comune chieda un impegno chiaro in questo senso a Fiorentina, che dovrà impegnarsi anche sul fronte della ricollocazione della Mercafir oltre che su quello della costruzione della nuova area viola”.

martedì

18

novembre 2014

San Lorenzo, Cecilia Pezza (PD): “Sulle licenze taxi ho solo rilanciato un’idea”

Categoria Comunicati

“Stamani a Lady Radio ho lanciato – anzi rilanciato, visto che per la verità se ne era già parlato in passato – l’idea di trasformare alcune licenze degli ambulanti di San Lorenzo in licenze taxi. Non vedo quale sia il motivo di tanta agitazione, visto che siamo davanti a una normalissima attività di un consigliere comunale, cioè fare proposte per miglorare le cose. Personalmente – spiega la consigliera Pd Cecilia Pezza – credo che questa potrebbe essere una misura positiva non solo per gli ambulanti, ma anche e soprattutto per quei fiorentini e quei turisti che cercano un taxi e a volte non lo trovano. Dispiace che il gruppo di Forza Italia vada in difficoltà ogni volta che si parla di cose concrete, anche se sinceramente non stupisce: oggi hanno demonizzato la mia piccola proposta, così come da ormai 6 mesi demonizzano il grande lavoro che la giunta comunale sta facendo per trovare risposte su San Lorenzo e non solo”.

lunedì

24

marzo 2014

Regolamento urbanistico, Pezza (Pd): “E’ il Piano che accompegnerà la città fuori dalla crisi che il Pese sta vivendo”

Categoria Comunicati

“Con l’adozione di questo atto Firenze avrà per la Prima volta un Regolamento Urbanistico. E non è solo questo il fatto.”
Lo afferma la consigliera del Pd Cecilia Pezza, che spiega “questo piano urbanistico è il Piano che accompagnerà la nostra città fuori dalla crisi che il nostro Paese sta vivendo da anni. E ne teniamo conto: infatti si punta sulla vivibilità, sul recupero di aree dismesse invece che sulla nuova espansione. Puntiamo sulla sostenibilità ecologica e la valorizzazione delle periferie.
È l’idea di città che questo consiglio lascia in eredità a chi verrà dopo di noi. Le sfide che ci stanno davanti sono quelle della valorizzazione del commercio, vera anima di Firenze, e della tutela del lavoro in generale, con un previsione di circa 2000 posti di lavoro.
Ci attende la discussione sul ruolo del centro storico che dovrà per forza tenere insieme residenza e vitalità, trovando una sintonia difficile ma possibile. Molto importante – prosegue la consigliera Pezza- la scelta di dare battaglia agli “appartamenti-loculi”, che rappresentano davvero la disintegrazione della dignità sociale e l’impossibilità per noi giovani di costruire nuove famiglie, di qualsiasi tipo esse siano.” Ringraziando gli uffici, l’assessore e i consiglieri comunali e di quartiere, Pezza conclude con un monito: “quello che oggi adottiamo non è un atto privo di storia, anzi: dal piano Detti in poi tanta e ricca è stata la discussione sullo sviluppo di Firenze. L’augurio dunque è, per ricordare Emanuele Macaluso, che quando attingeremo l’acqua dal pozzo non ci dimenticheremo di chi l’ha scavato.”

lunedì

17

marzo 2014

“Tanti auguri Cft, dalla tua città.”

Categoria Comunicati

Sabato scorso si è tenuto al Mandela Forum il quarantesimo compleanno della cooperativa Cft, che dal 1974 opera con questo nome all’interno del mercato di Novoli.
La consigliera del Pd Cecilia Pezza ha fatto gli auguri a questa storica realtà fiorentina “che – ha ricordato Pezza- ha una storia ancora più lunga: Cft è infatti la ‘figlia’ di Redenta, la cooperativa che a inizio 900 riuniva gli ex detenuti delle Murate nel lavoro di facchinaggio in piazza Ghiberti.
Oggi la cooperativa è cresciuta e ha cambiato nome, ma resta un fiore all’occhiello per la nostra città. Conta infatti circa 1800 soci e dà lavoro in tutta Italia a 4500 persone. E, nonostante la sua evoluzione, resta salda nei suoi valori di fondo: ricordo tra tutti i suoi impegni, l’adesione al progetto “Spesa solidale” che è valso a Cft due fiorini solidali da parte del nostro Comune. Bisogna dire – ha concluso la consigliera-, che siamo orgogliosi che ancora oggi questa realtà operi a Firenze, portando alla città un valore aggiunto non solo economico ma anche sociale e culturale. Grazie Cft, e tanti auguri per questi quarant’anni con noi.”